REQUISITI DI BASE PER PAVIMENTI IN SUGHERO

LA BASE DEVE ESSERE:

  • Livellata
  • Durevole
  • Asciutta
  • Pulita
IMPORTANTE DA NOTARE!

Il fattore principale che determina la durata del pavimento è la qualità del supporto su cui viene posato il rivestimento. La maggior parte dei problemi che si incontrano durante la posa è l’uso dei rivestimenti sorgono proprio a causa di una base non adeguata.

UMIDITÀ

Il test viene eseguito utilizzando un misuratore di umidità. Devono essere rispettati i seguenti valori massimi consentiti:

  • Per massetti di cemento – 2% a material secco, per massetti riscaldati – 1,8% a material secco
  • Per massetti autolivellanti di anidride / anidride (a base di solfato di calcio) -0,5% a material secco, per massetti con riscaldamento a pavimento – 0,3% a material secco

LIVELLAMENTO

La planarità della superficie deve essere misurata usando un adeguato attrezzo di misurazione lungo 200-250 cm:

  • Per i pavimenti bloccanti – Sono consentite piccole irregolarità di circa 2 mm su una lunghezza di 2000 mm
  • Per pavimenti adesivi – Base dovrebbe essere perfettamente uniforme irregolarità non sono ammessi

FORZA, DUREZZA

La base sotto il rivestimento in sughero dove essere un solido strato integrale. Non sono ammessi approfondimenti, crepe, e pezzi integrali eterogenei nella base.

ASSICURARSI CHE LA BASE SIA PULITA:

La base sotto il pavimento deve essere libera da sporco e polvere. Sulla base non dovrebbero esserci residui e prodotti che riducono l’adesione.

BASI PER RIVESTIMENTI IN SUGHERO:

Massetti

Di norma, è necessario utilizzare due tipi di miscele di livellamento:

  • Per il livellamento ruvido, crea lo spessore di base del massetto. Per applicare uno strato più spesso. Con il loro aiuto, le differenze da 1 a 7 cm possono essere allineate
  • Per la finitura. Viene applicato sul primo strato con uno strato più sottile per il livellamento finale.

Per il livellamento di finitura, si consiglia l’uso di materiali di livellamento o dei loro analoghi.

Le basi dei materiali in fogli (GVL, mdf, truciolare, compensato resistente all’umidità)

I fogli di materiali sono posati in due strati con giunti sovrapposti, gli strati sono cuciti insieme con viti. I giunti e i punti dell’approfondimento delle viti autofilettanti devono essere stuccati e innescati.

L’unica cosa che bisogna ricordare è che questo metodo di livellamento non fornisce sempre una superficie ideale, poiché le onde possono apparire a seguito del cedimento o della deformazione dei fogli.  

Copyright © 2020 Fomentarino. Tutti i diritti riservati.