Il sughero ed il suo utilizzo nella tecnologia

Come sappiamo, il sughero e l’umanità hanno camminato uno di fianco all’altro per molti millenni. Tappi per recipienti, suole di scarpe, galleggianti per reti da pesca, tavole da surf… Quando abbiamo iniziato ad

utilizzare il sughero più intensamente? Ciò risale dopo l’invenzione del sughero agglomerato: un insieme di granuli di sughero di diversa dimensione, agglomeratore, e gomma. L’agglomerato di sughero è stato creato nel 1903, e immediatamente utilizzato in cinghie di trasmissione, pneumatici, e guarnizioni.

(Il sughero iniziò ad essere utilizzato con scopo decorativo nel 1950, quando un’azienda americana produsse le prime piastrelle di sughero, coperte in vinile. )

Nel 1950, il sughero iniziò ad essere utilizzato con scopo decorativo da una azienda americana che produsse le prime piastrelle di sughero ricoperte in vinile. Nonostante il sughero sia stato utilizzato per secoli, dobbiamo ancora scoprire il suo massimo potenziale . Dopotutto, questo materiale ha molti vantaggi unici rispetto ad altri materiali decorativi da interni.

Prima di tutto, è il più caldo materiale in natura. Ha minima conduttività termica rispetto a tutti gli altri materiali utilizzati come superfici interne.

Dopodiché, è il minor conduttore di elettricità che conosciamo tra i rivestimenti decorativi naturali. Ciò significa che il sughero non elettrifica e non accumula polvere. Quest’ultima è una caratteristica notevole per la vostra casa, dove potreste installare pavimenti di sughero.

Infine, è il prodotto più sicuro riguardo emissioni come la fuoriuscita di gas. La sua emissione è quasi pari a zero, non come quella del laminato, vinile, linoleum o tappeti.

Nel mondo moderno, con il suo livello di sviluppo e tecnologia, il sughero ha trovato il suo posto in molti pregiati settori del mercato. Lo sapevi che granuli e tappeti di sughero sono utilizzati nello spazio e sott’acqua? Si, hai capito bene: le navi spaziali americane utilizzano strutture di corteccia di sughero per ottenere isolamento termico dentro la navicella. La temperatura scende colossalmente durante la partenza e l’atterraggio, e quando sono nello spazio, è ancora più bassa.

Copyright © 2021 Fomentarino. Tutti i diritti riservati.